Le isole ioniche della Grecia, sono tra le più belle del Mediterraneo.

Non hanno nulla a da invidiare alle più note isole turistiche delle Cicladi, anzi per me sono molto più belle e vivibili. Le isole ioniche si dividono in settentrionali e meridionali.

Corfù è la più nota delle isole ioniche della Grecia ma Paxos, Othonoi Erikoussa e Mantraki vi lasceranno esterrefatti per la trasparenza delle loro acque e per i profumi della loro vegetazione.

Tra le isole ioniche meridionali le più note sono Itaca Zante e Cefalonia ma sono stupefacenti isole sconosciute come Kastos Kalamos e Atoko. In queste isole ci sono bellisime baie dove passare la notte cullati dal mare e dove vedere la volta celeste come non si può fare da luoghi illuminati.

Conosciamo molte taverne dove i nostri amici ristoratori ci faranno gustare i piatti tipici di questa zona. Una caratteristica delle isole ioniche è che in estate tra le 11 e le 19 si alza sempre una piacevole brezza ne troppo forte ne troppo debole che ci consente di spostarci sempre a vela. Solo in rare occasioni il vento è del tutto assente.

Qui non si corre il rischio di trovarsi sotto le raffiche del meltemi che sferzano le cicladi durante tutto il periodo estivo. Solo l’estremo nord è esposto al Maestrale che a volte soffia dal canale d’otranto ma sia Othonoi che Erikoussa hanno baie riparate dove sostare.

Quando soffia il maestrale si può scendere velocemente lungo la costa occidentale di Corfù per raggiungere la magnifica Paxos e Antipaxi da dove poi si risale fino a Corfù per il termine della vacanza.

Scendendo giù a sud verso Levkas e il mare interno compreso tra Itaca Cefalonia e Zante si naviga agevolmente tra questo meraviglioso arcipelago sempre al riparo da qualsiasi vento ma dove le brezze costanti e puntuali ci fanno veleggiare senza problemi. La notte si acquieta tutto e le serate sono piacevoli da passare in barca o a terra nei pittoreschi centri abitati.

Se non avete mai visitato le isole ioniche questo è il momento di farlo, di sicuro non ve ne pentirete.

carta nautica delIl Mare Interno dalle isole ionicheIl Mare Interno dalle isole ioniche viene definito così perché la vicinanza tra le isole e la terraferma, crea un tratto di mare fino alla costa Sud di Cefalonia abbastanza racchiuso e protetto.

Qui il mare non è mai agitato, quando soffia tanto vento, al massimo diventa mosso o molto mosso. Nella scala del Mare Douglas significa mare sempre facile da affrontare.

Nelle ore centrali della giornata si alza una bella brezza tesa che consente di spostarsi sempre a vela tra le isole che lo compongono.

Lefkas è la Maggiore, il centro principale è Levkada dove si trova anche il marina e da dove si arriva e si parte per Igoumenitsa. Da levkada tramite uno stretto canale navigabile si raggiunge la costa orientale e il fiordo di Ormos Vliko con la cittadina di Nidrì. Più a sud si trova la Baia di Sivota con il suo bel paesino esteso per tutta la lunghezza della banchina. La costa Occidentale , molto bella con acque turchesi è difficile da frequentare in barche perchè sempre esposta al maestrale e troppo spesso impraticabile a causa della risacca che impedisce anche lo sbarco col tender.

Skorpios , l’isola di Onassis è definotivamente off limits , da quando è stata ceduta si puo solo vedere a distanza.

Meganisi, ricca di fiordi dove stare all’ancora con cime a terra, ha il suo centro principale nella cittadina di Vathi che al tramonto innondata dall’ultimo sole appare al navigante come fosse placcata di or zecchino. Le baie vicine sono tutte belle, anche se spesso affollate, per passare la notte con cime a terra.

Kalamos e Kastos isole completamente sconosciute se non ai velisti, appaiono belle nella loro naturalezza e vegetazione lussureggiante. A porto leone si vedono le stellate e la via lattea come in nessun altro posto esendo quasta baia racchiusa da colline che la proteggono dalle luci circostanti.

Atoko è poco più di un grosso scoglio con un paio di baie molto belle. Con previsioni di tempo molto buone si può stare alla fonda nella baia della casetta e fare il bagno a mezzanotte e al mattino presto in un’acqua cristallina.

Itaca famosa per abbinamento con l’odissea, ha belle spiagge e baie tutte sulla costa orientale. Molto ventosa fino a sera inoltrata. sulla costa orientale si trovano due bei centri caratteristici ma non agevoli per andarci in barca Kioni e Frikes

Cefalonia è la piu grande isola dell ionie , da girare in auto a noleggio per visitare i sui centri più pittoreschi, Assos e Fiskardo nonchè Agio Euphimias città della capitano Corelli. A Cefalonia oltre alla fortezza di san giorgio, c’è da vedere il lago sotterraneo di Melissani e monasteri e chiese. La spiaggia di Mirto visa dalla strada è una delle più famose del mondo.

 

 

X