Foto della spiaggia ad est di Erikoussa

Erikoussa spiaggia ad Est.

Erikoussa si trova a meno di 10 miglia ad est di Othonoi, sconosciuta ai più, che in genere si fermano ad Othonoi sia in arrivo dall’Italia sia in partenza dalla Grecia. Erikoussa è una tappa alternativa  prima di saltare il Canale d’Otranto verso l’Italia  rotta per Otranto o Brindisi. Per questo motivo Erikoussa è ancora più selvaggia e naturale di Othonoi e meno abitata e frequentata. A Sud, come per Othonoi si apre una ampia baia con fondo sabbioso, ben ridossata ai venti dei quadranti settentrionali e con una ottima tenuta dell’ancora. Nell’angolo a NordOvest della baia un minuscolo porticciolo per i pascatori dove però bisogna prestare massima attenzione ai fondali perchè vi è un vecchio braccio a pelo d’acqua abbastanza pericoloso. Se incomincia a soffiare il maestrale, in questo punto, poichè c’è un piccolo promontorio, arrivano raffiche catabatiche anche sopra i 35 nodi, situazione poco piacevole sia per la tenuta dell’ancoraggio, che deve essere stato fatto a regola d’arte che per l’equipaggio. A terra vi sono alcuni punti di ristoro proprio alle spalle della ampia spiaggia sabbiosa sormontata da un pittoresco mulino a vento ristrutturato e ben illuminato di notte che crea una piacevole vista dalle barche alla fonda, un buon amaro Lucano a lume di candela, con questa vista, rincuora chiunque. Salendo la stradina che porta all’eliporto vi è l’immancabile chiesetta Greca da sbirciare e ottimo punto di vista sulla baia a Sud dove sono alla fonda le barche in transito. Il market con annesso bar è ristorazione è il luogo che preferisco, sia perchè si cena in un giardinetto con grandi alberi di eucalipto, ben arredato con tavoli e poltroncine in vimini ( autentico non di plastica ),  che per la ottima Merizanosalata, la salsa greca di melanzane da spalmare sul pane insieme a un classico Tsaziki salsa di yogurt aglio e cetrioli. Prezzi onestissimi e cibo tradizionale buono. Ad Est con vista sull’Albania e Corfù si trova una ampia spiaggia sabbiosa con acqua cristallina e quasi sempre deserta al massimo ci si può  trovare una coppia di avventurosi turisti e un’altra barca alla fonda. Anche Erikoussa è ricoperta di macchia mediterranea profumata e di sontuosi cipressi, se ne può godere l’intenso odore ormeggiando sottovento o  facendo un pò di trekking tra i tratturi dell’isola. Se c’è previsione di vento di Maestrale, puo convenire stare qui alla fonda invece che a Othonoi, il fondo sabbioso è un tenitore eccellente e filando tanta catena si può stare tranquilli.

X